Come scrivere testi per Landing Page efficaci

landing pageÈ uno strumento tra i più utilizzati in ambito Web Marketing per invogliare utenti di un sito a portare a termine determinate azioni, che siano l’acquisto di prodotto / servizio o il lasciare i propri dati. Una landing page, che da traduzione è ‘una pagina di atterraggio’, è un espediente cui si fa ricorso per generare conversioni.
Quando si parla di landing pages si fa spesso confusione: si tratta di una pagina, che può essere singola o costruita all’interno di un sito, che deve essere unica, non deve presentare distrazioni per l’utente né link per visitare altre sezioni o altre pagine.
La landing page deve contenere tutto e subito, un funnel di marketing che consenta di portare a casa il risultato. Che, nello specifico, può essere di due differenti tipologie.

Tipologie di Landing pages

Sono fondamentalmente due le tipologie di landing pages che si possono trovare: si parla di landing page per la vendita diretta di un prodotto o di un servizio; e di landing page per la cosiddetta lead generation. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

  • Landing page per vendita: una pagina con la descrizione di un servizio o di un prodotto che offra la possibilità di acquistarlo direttamente, senza troppi giri né link in uscita. Solitamente si procede sempre inserendo una call to action per acquisto diretto. È fondamentale che i testi della landing page per vendita siano scritti in modo adeguato, come vedremo nei prossimi paragrafi, così da invogliare l’utente a portare a termine l’azione.
  • Landing page per Lead Generation: è forse l’esempio di landing page più diffusa, una pagina studiata appositamente per invogliare l’utente a lasciare i propri contatti tramite form da compilare. Anche nota come ‘squeeze page’, risulta di fondamentale importanza per costruirsi un database di contatti profilati, quindi interessati al prodotto o servizio che trattiamo. Anche qui la scrittura dei testi è di assoluta importanza.

L’elemento in comune di queste tipologie di landing pages è proprio il modo in cui vengono scritti i testi: più ancora che in un sito ordinario, una landing page deve convincere, in una pagina singola, il visitatore a compiere una azione di un certo tipo, che sia l’acquisto diretto o il voler continuare a ricevere informazioni su quel prodotto lasciando i propri dati di contatto. Ecco allora che tecniche di scrittura Seo devono essere il pane quotidiano di chi procede alla creazione della landing page.

Scrittura testi per landing page

Una landing page efficace deve essere essenziale, senza troppi fronzoli né distrazioni in quanto è mirata ad ottenere un obiettivo preciso: portare a casa conversioni. Quindi vendere o acquisire contatti di potenziali clienti. Ecco perché una landing page deve essere differente rispetto ad una pagina ordinaria di un sito web, per intenderci una che sia stata studiata e pensata esclusivamente per dare informazioni. Una landing page deve fare di più altrimenti ha fallito lo scopo per il quale nasce.

“Una landing page deve vendere o creare contatti. In un concetto solo, generare conversioni. Altrimenti ha fallito”

Come fare per ottenere risultati di questo tipo? Ancora una volta, come per tutto ciò che riguarda il Web Marketing, a fare la differenza è la scrittura: anche se qui non si parla tanto di scrittura per i motori di ricerca o Seo Copywriting, cosa che invece è fondamentale per portare visitatori dentro ad un sito tramite i motori di ricerca.

Generare conversioni attraverso testi persuasivi

Dato che, come detto, nel caso di landing page l’obiettivo è generare conversioni, portare l’utente a compiere una azione, e non limitarsi ad avere visite alla pagina, con riferimento alla scrittura si parla di uno stile che deve essere persuasivo.
Al di là delle parole che si vanno ad utilizzare per identificare tale concetto, spesso indicato come persuasive copywriting, ciò che conta è convincere il lettore. Che non vuol dire ovviamente prenderlo in giro, ma saper vendere al meglio il prodotto o servizio in questione.

Come scrivere i contenuti di una landing page

L’obiettivo è generare conversioni ed allora si deve cercare di essere convincenti. Si parte sempre dalla descrizione del servizio o del prodotto in questione, fattore inevitabile; chi atterra nella landing page deve avere ben chiaro, da subito, di cosa si sta parlando.
Gli utenti non devono andare in giro per altre pagine ma devono restare nella landing. Ecco perché solitamente, a differenza delle altre pagine ‘standard’ del sito, si tende a non visualizzare la barra di navigazione. Chi entra deve essere guidato verso l’azione da compiere, che sia acquisto o compilazione del form di contatto.
Ovviamente tutto questo non è sufficiente se si sta proponendo un qualcosa che non abbia valore e che non sia appetibile: il punto di partenza è quello di promuovere servizi o prodotti che possano essere utili per un utente profilato e targettizzato che atterra nella landing.

Esempio di Landing Page efficace per vendere

Il titolo (o, per parlare in termini di scrittura Seo, l’H1) è la prima cosa che l’utente vede: quindi fate in modo che sia il più possibile potente e convincente. Un esempio concreto di landing page efficace è quello riportato nella foto di seguito e si riferisce a Paypal, probabilmente il colosso del settore dei metodi di pagamento online.

landing page esempio
Ovviamente il logo in alto, riferito ad un brand ormai noto, facilita il compito. Si parte poi con un titolo diretto, che invoglia subito a compiere una azione senza troppi giri di parole: “Scarica l’ebook gratuito” seguito poi da una frase “Far crescere il tuo business in rete”, leggi per imparare come farlo.
Seguono altre farsi che descrivono quello che si apprenderà scaricando l’ebook gratuito (attira nuovi clienti, espandi il tuo mercato ecc…) e quindi, a destra, il form di contatto da compilare per poter ricevere poi l’ebook gratuito sul business online. Si parla quindi di landing per lead generation, per generare contatti.

Esempio di Landing Page efficace per Lead Generation

Altro esempio di landing page efficace, questa volta direttamente per la vendita, questa di seguito riferita ad Alexa, ovvero uno dei tool più noti in ambito Seo che serve per analizzare un sito.

landing page alexa

Come si può vedere, anche qui si va dritti al punto: si ‘batte’ su un bisogno di un utente, in questo caso qualcuno che faccia business in rete o comunque che gestisca un sito. Il messaggio è piuttosto chiaro: “Trova le migliori parole chiave per il tuo sito. Crea contenuti Seo più facilmente.”
Sotto, dopo un altro messaggio di poche righe, subito la call to action che invoglia l’utente a provare il tool gratuitamente per 7 giorni; qundi, accanto, il prezzo del tool Alexa. Niente di più diretto e conciso.

Testi brevi, concisi, mirati

Descrizione quindi, seguita da call to action e richiami a compiere una azione in cambio di un vantaggio. Testi diretti, concisi, secchi: perché non si sta scrivendo un contenuto informativo, per il quale potrebbe essere utile dilungarsi con centinaia e centinaia di parole come nel caso dei contenuti di testo ‘pillar’ o far ricorso ad espedienti di scrittura come nel caso dello storytelling. Ma frasi brevi che descrivano al meglio il prodotto, che indichino i vantaggi di acquistarlo e che riportino un’offerta pensata esclusivamente per chi deciderà di compiere una azione.
Ovviamente nella scrittura testi di una landing page si dovrà cercare di restare sul reale (slogan in stile ‘il miglior servizio che puoi trovare in circolazione’ spesso si rivelano essere un boomerang) essendo, al contempo, persuasivi, creando curiosità nel visitatore e proponendosi come la soluzione di un problema. Ricordarsi poi di condire il tutto con un po’ di ‘emozione’: l’attenzione del visitatore deve essere catturata anche battendo sul tasto dei sentimenti e garantendo un incentivo.

Come creare una landing page efficace

E l’incentivo da dare all’utente in cambio di una sottoscrizione potrebbe essere uno sconto (se si parla di acquisto di un prodotto direttamente sul sito); o un qualcosa da ricevere gratuitamente nel caso decidesse di lasciarsi i propri dati di contatto. Un esempio di landing page di questo tipo?
Ad andare per la maggiore sono soprattutto guida di qualità da girare a chi sottoscrive il form di contatto: in cambio dei dati possiamo offrire invio di guide gratuite su un dato tema (se il sito in questione parla, ad esempio, di Seo e Web Marketing, chi sottoscriverà il form riceverà gratuitamente per mail una guida dettagliata e tecnica su queste discipline); video tutorial e perfino consulenze gratuite.
L’utente in sostanza atterrando nella nostra landing page, che sia di vendita diretta o finalizzata a reperire contatti, dovrà trovare o una grande convenienza o avere un qualcosa di concreto in cambio. Il tutto dovrà essere sempre chiaro, ben esplicitato sulla pagina, corredato da frasi secche e dirette oltre che arricchito con testi persuasivi che facciano venire all’utente la famosa acquolina in bocca tale de convincerlo a compiere l’azione che vogliamo.

Ti è piacuto l'articolo? Lascia un commento