Finalmente hai il tuo sito internet: come mantenerlo e aggiornarlo?

Aggiornamento sito

Aggiornamento di un sito

Ok ci siamo; finalmente hai il tuo sito internet, la web agency o il professionista cui ti sei rivolto ti ha consegnato il prodotto finito e non vedi l’ora di iniziare a utilizzarlo e farlo vedere agli amici. Come non capirti?
Avere un sito internet personale o aziendale è ad oggi un must cui non ci si può sottrarre. Anche se, come sempre nella vita, c’è un però. Si perchè una volta che hai preso possesso del tuo sito inizierai a dover affrontare quelli che sono gli aspetti più ostici dell’intera vicenda; ovvero, il mantenimento del sito e il suo aggiornamento.
Si tratta di due aspetti non da poco e che spesso vengono sottovalutati da chi si butta in questa nuova avventura; avere un sito è facoltà di chiunque, ma non tutti sono in grado di gestirlo al meglio e aggiornarlo.
Cosa fare se il mio sito improvvisamente presenta qualche problema tecnico? Se scompare qualche pagina? O se vogliamo aggiungerne di nuove ampliando magari anche qualche sezione? Fin qui l’aspetto tecnico; perchè poi ci sono altre necessità del tutto fondamentali se si vuole avere un sito di successo. Ovvero, l’aggiornamento.
Aggiornare un sito è il modo migliore per ottenere risultati: per questo ci sono figure specifiche che si occupano di aggiornare siti aziendali con cadenza periodica.

L’importanza di aggiornare un sito:

Un sito che non viene aggiornato costantemente è un sito destinato a morire: questo è un assioma che può essere ribaltato per casi rari, come ad esempio siti di aziende grosse che nel tempo hanno raggiunto le prime posizioni e che ora, pur se non aggiornati con cadenza periodica, restano lì in alto.

Per tutte le altre circostanze, soprattutto nel caso di un sito appena realizzato, la scelta di non aggiornarlo e di lasciarlo così può rivelarsi deleteria.

Tutti noi navighiamo la rete ormai costantemente e quando ci imbattiamo in un sito il cui ultimo aggiornamento è di mesi prima, tendiamo a non valutarlo come un sito affidabile. O, quantomeno, non curato.

gestire blog

Siti internet e contenuti di testo

Ecco perchè proporre contenuti web sempre aggiornati è di fondamentale importanza. Un sito che non proponga contenuti aggiornati costantemente può intaccare l’immagine della nostra azienda. Tanto più se si parla di un sito e-commerce che venda prodotti o servizi online; questa categoria di portali, come facilmente intuibile, è quella che richiede più di tutte di catturare la fiducia degli utenti. E un sito non aggiornato non è il modo migliore per farlo.

L’aspetto Seo legato all’aggiornamento di un sito:

C’è poi un altro aspetto non da poco: quello legato alla Seo, ovvero all’indicizzazione e al posizionamento di un sito. Proporre nuovi contenuti significa andare a creare pagine sempre nuove aumentando così il totale delle pagine indicizzate sui motori di ricerca.
In sostanza, nuovi risultati da visualizzare nella serp di Google o di chi per lui. Questo accresce il nostro posizionamento su parole chiave pertinenti (dato che gli aggiornamenti proposto verteranno ovviamente sul tema trattato dal nostro sito) e di conseguenza può portare un ulteriore incremento di visitatori e potenziali clienti.

Come e quanto aggiornare un sito?

Sono questi altri due punti non da poco; sul quanto, a ciascuno il suo. Fermo restando che conviene non scendere mai sotto il post a settimana, se si ha un blog integrato nel sito, il numero può anche salire. Dipende da noi e anche dal tipo di sito che abbiamo.
Se il nostro è un sito di turismo ad esempio, potrebbe essere interessante proporre news con maggiore cadenza legate anche ad eventi e avvenimenti culturali e turistici. Per non parlare poi di siti legati a news e notizie, soprattutto giornali online e magazine di settore. Capita spesso di trovare in rete siti di questo segmento che vengono aggiornati con poca frequenza. Niente di più deleterio.

Contenuti di qualità

Content is the King

Un aggiornamento costante è consigliabile anche per chi ha un blog integrato nel suo sito aziendale e vuole attirare nuovi clienti: magari fornendo consigli su qualcosa (es: hai un sito che vende prodotti gastronomici o vini? Potresti proporre post periodici consigliando ricette e abbinamenti) o tutorial.
Per quanto riguarda il come aggiornare un sito, il discorso è sempre lo stesso; se si possiedono reali competenza sul tema trattato dal sito oltre che in materia di web writing e Seo, si può anche pensare di farlo da soli (occorre anche un bel po’ di tempo libero da dedicarci); in alternativa, come spesso consigliato da questo blog, affidarsi a un professionista che gestisca e aggiorni per voi il vostro sito internet è la soluzione migliore.

Ti è piacuto l'articolo? Lascia un commento

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *