5 Modi per diventare un influencer in rete

Web Influencer

Web Influencer

Diventare un influencer suona abbastanza bene non è vero? L’influencer marketing è un settore molto richiesto in questo momento, diventare un Infleuncer lo è ancora di più.
Il motivo principale per cui i brand puntino sempre più sugli influencer è semplice. Gli utenti sono ormai diventati molto più esigenti rispetto ad un tempo e prima di fare un acquisto si informano o seguono quello che dicono altre persone di cui si fidano. Ed è qui che entrano in gioco gli Influencer.
L’obbiettivo di un Influencer è quello di convincere i clienti ad acquistare un prodotto. A questo punto ti starai domandando, come si può diventare un Influencer? Ecco 5 consigli fondamentali per diventare un Influencer di successo.

Cerca di specializzarti

Prima di tutto, devi capire quale argomento prendere e con quali brand preferisci collaborare. Trova un settore che ti appassiona. Per esempio la moda (è il caso delle fashion blogger), il fitness o la cucina; e specializzati in quel settore, offrendo consigli, spunti ecc… Non cercare di diventare un Influncer semplicemente per avere successo, non lo diventerai mai!

Devi essere appassionato in quello che fai e devi trasmettere tale passione agli utenti ai quali ti rivolgi.

Fatti notare: così si diventa influencer di successo

Usa le piattaforme più conosciute per crearti una community. Se non hai persone che ti seguono non riuscirai mai a diventare un Influencer e a prendere accordi commerciali con i brand. La piattaforma più utilizzata dagli Influencer è senza dubbio Instagram. Se hai pochi follower, cerca di aumentarli in modo corretto e reale, senza acquistarli.

Contenuti di qualità

La seconda cosa da fare per diventare un Influencer di successo è il contenuto. Sappiamo tutti quanto sia importante il contenuto dei testi. Devi cercare di diventare leader nel tuo settore offrendo contenuti di qualità. In questo modo le persone inizieranno ad avere fiducia nei tuoi confronti e acquisterai credibilità.
Una volta ottenuta la credibilità, il consiglio è quello di contattare i brand più vicini al tuo settore e dimostrargli che puoi collaborare con loro.

Contattare i brand

Ora è il momento di mettersi alla ricerca. Una volta che hai individuato la tua passione, è necessario trovare aziende e brand che saranno disposte a collaborare.
Inizialmente, se hai poche persone che ti seguono, sarai tu a dover contattare i brand; una volta acquisita la visibilità necessaria, saranno loro a trovare te, puoi starne certo. Ricordati di contattare i brand inerenti il tuo settore.

Messaggio “tipo” da mandare alle aziende

“Buongiorno, mi chiamo Emanuele Perini, questo è il mio profilo Instagram e vi contatto per una proposta di collaborazione.
Mi piacciono i vostri prodotti, sono inerenti al mio argomento e mi piacerebbe rappresentarli nel mio profilo Instagram. Attualmente mi seguono oltre 40k follower e ho un engagement del 5% su ogni singolo post. Penso che possa nascere una bella collaborazione per entrambi. Resto in attesa di un vostro gentile riscontro e vi auguro una buona giornata.”

Crea collegamenti

Non sei una celebrità, i tuoi seguaci si aspettano una risposta alle loro domande o commenti. Interagisci con loro e sii sempre gentile. Questo può sembrare un qualcosa di futile, ma è la parte più importante per creare una community affiatata.

Pensieri finali

Engagement, interagire e costruire relazioni significative con il pubblico: è il modo per poter mostrare ai brand che hai un forte e autentico seguito che potrebbe essere un contributo prezioso nel loro settore.

 

Emanuele-PeriniEmanuele Perini: sono un imprenditore e web marketer da oltre 5 anni. Principalmente aiuto le aziende a crescere su Internet, ho collaborato con grandi marchi come Mediaset, Gruppoe, NH hotels e molti altri. Da circa due anni ho aperto il mio blog personale per aiutare le persone a crescere sul web con le migliori strategie e tecniche avanzate e far diventare la loro passione in un lavoro vero e proprio. Sito web: www.emanueleperini.com

Ti è piacuto l'articolo? Lascia un commento